mercoledì 29 aprile 2009

Partenza


Abbiamo tutto. Visti e passaporti e con volo confermato saremmo a Milano domani mattina.

Tempo di ultimi shopping, l'ultimo Pho e di salutare ancora una volta Hanoi.




Dinuovo al Nam Hai



Eccoci qui....dinuovo al Nam Hai...abbiamo reincontrato anche le altre coppie e ci siamo tuti salvo Assunta e Mimmo che sono partiti ieri sera.
I papa' questa mattina sono andati a ritirare i passaporti dei piccoli e poi in ambasciata Italiana per i visti. Per ora il funzionario italiano non ha saputo dirci se, come e quando saranno pronti i visti....ancorche' forse entro oggi, dandoci quindi la posibilita' di prendere il volo di stasera per Milano...altrimenti si rimanda tutto al 4 di Maggio!!! Per ora siamo speranzosi...anche se qui diluvia.

martedì 28 aprile 2009

Si torna ad Hanoi



Ecco la famiglia Andreetto al "quasi" completo (mancano i peli).

Nha Trang ci ha regalato tranquillita', il primo approccio al mare, la parola "MAMA", i primi capricci per esser presa in braccio, tanti sorrisi e ancor piu' bibe di latte ... 



Motivi piu' che giusti per esser perplessi nell andare via ...

Hanoi ci aspetta ma torneremo nel mare della Cina con la sua spiaggia gialla dove la nostra bambina ha per la prima volta messo il piedino nell'acqua. A presto.


lunedì 27 aprile 2009

Colazione Vietnamita


A noi e' andata alla grande visto che mangiamo molto spesso asiatico e che siamo grandissimi fans di pesce e riso ma per altri italiani forse e' un po' troppo. Tanto che anche alcuni del nostro gruppetto ad Hanoi hanno preferito andare spesso all'italiano "Luna d'autunno" - che fa anche il delivery al Nam Hai, per gli irriducibili - piuttosto che rischiare a cristal rolls e Pho. Il vietnamita dietro al Nam Hai ad Hanoi e' uno dei migliori ristoranti di Hanoi in cui Francesco ci ha portati la prima sera. 

Ma prima di venire al mare, dobbiamo esser sinceri che non ci eravamo lasciati andare fino al punto di mangiare il Pho con gamberi la mattina a colazione.

Il Pho e' una zuppa di pollo/gamberi con spaghetti di riso (tipici "rice noodles") servita in brodo caldo di carne con cipolle e germogli di soia. Va mangiata con abbondante peperoncino rosso fresco e con il lime spremuto dentro. Questo piatto è nato nel Vietnam del Nord intorno alla metà degli anni 50 e si è poi diffuso in tutto il paese, dopo la sconfitta dei colonizzatori francesi e la divisione del paese in due. Secondo alcuni l’origine di questo piatto è legate alle preparazioni di piatti francesi come il Bouillon o la Consommè. E' il piatto nazionale vietnamita di Hanoi. 


Anche l'omelette vietnamita e' squisita con gamberi, frutti di mare e germogli di soia. Abbiamo imparato a mangiarla guardando dei giapponesi che intingevano boccone per boccone nella salsa agrodolce al peperoncino.



Mentre mamma e papa' fanno colazione, la piccola Anh che si e' gia pappata il primo bibe gioca educatamente sul passeggino aspettando che arrivi il suo turno per la pappa di riso delle 9am.

La sera qui al resort si puo' scegliere tra due ristoranti, e mamma e papa' sono per ora andati sempre alla cucina vietnamita dove si mangia pesce e riso in abbindanza. 

ma la cosa migliore della serata per Anh non e' stato di certo il cibo, ma ascoltare la musica suonata con gli strumenti locali...credo non avesse mai ascoltato della musica prima se non quella del suo carllion ed e' rimasta attonita per un'oretta ad ascoltare in silenzio....



domenica 26 aprile 2009

La melodia dell' Asia


Oggi Anh ha imparato con papa' cos'e' l'erba....e poi si e' seduta con la mamma ad osservare il mare...gia'..perche' per Anh ora ogni cosa e' una scoperta, e vi assicuro che l'entusiasmo che dimostra per la conoscenza del mondo e' invidiabile. 

Tavolta mi chiedo se parte del suo carattere e indole derivi dal suo popolo. Qui, e maggiromente ad Hanoi, abbiamo avuto modo piu' volte tutti di notare la calma e la serenita' delle persone asiatiche....pare che non siano mai irritate, che il termine "irrascibile" non sia parte del vocabolario, e che la prima risposta che ottieni, a prescindere dalla domanda sia inequivocabilmente un sorriso. 


Avete presente la differenza tra una melodia suonata al pianoforte e una con il flauto? Piu' o meno questa e' la senzazione che si ha in Asia.....dimenticatevi il pianoforte e concentratevi sul flauto....un unico respiro, un soffio a pieni polmoni, una melodia limpida...pare acqua che scorre...forse anche un po' fredda...possiede una purezza e uno charme incomparabile....i lunghi silenzi di Anh...una riga intera dello spartito...una pausa strumentale per poi giungere a toni piu' gravi o piu' acuti......


....e la voglia oggi di accordarlo con un pianoforte molto pi' ruvido....dove il tenore del suono e' inevitabilmente anche dipendente dalla forza con la quale si pigia sui tasti, uno strumento che nasce dal battito di martelli sulle corde.....qualcosa che puo' apparire cosi' lontano dal soffio del'Asia...

...eppure a suonarli assieme si crea una melodia che ti avvolge, completa e totale.  E cosi' mamma e papa' si divertono assieme a Anh a creare nuovi ritmi, a miscelare i suoni, facendo nascere - assieme a tanti altri genitori adottivi - una nuova struttura armonica....una famigia che di certo avra' la richezza di un po' di entrambi.....Anh dal lato suo per ora ci mette la sua gioia di conoscere il mondo.


Gli occhi di Anh


Alcuni testi sostengono che gli occhi a mandorla - caratteristici dei paesi del Sol Levante - siano dovuti ad un muscolo che l'occhio sviluppa per protggersi dalla esposizione del sole. Altri testi sostengono che vi sia i realta' una sacca di grasso necessaria a proteggere dal freddo, come nei casi dei lapponi o della Mongolia, necessaria inotre a proteggere dal riverbero della luce sulla neve. Non credo esista una vera spiegazione...ma una cosa e' certa...gli ochi di Anh hanno un'intensita' non trascurabile....sia per la loro forma che per l'intensita' del colore.







Vita di spiaggia



Continua la nostra permanenza al mare. Anh sta bene. Mangia oramai 180ml di latte con 2 biscotti interi sciolti dentro 3 volte al giorno. 1 pasto con mezzo omogenizzato alla frutta. 2 pasti a pappa di riso. Piu' gli extra: banana a colazione con mamma e papa', il bibe delle 4am e ogni tanto un biscottino da sgranocchiare. Dorme anche meglio che ad Hanoi ... forse il clima meno umido.

Questa mattina appena svegli l'abbiamo portata in spiaggia a giocare con la sabbia. E quindi ci siamo fatti nell'ordine bagnetto e un biberon sul patio prima di colazione.
Anche Camilla ha ripreso colore e la permanenza al mare sembra abbia fatto bene a tutti.